Committente:  Privato      Anno: 2015        Progettisti: Arch. Adriana Caldarone, Arch. Jacopo Antonino Busà

Il progetto si inserisce nei programmi di internazionalizzazione delle imprese, finanziati su base regionale per la promozione del made in Italy : i prodotti agroalimentari italiani sono simbolo di eccellenza,perché rappresentanto l’originalità dei luoghi e delle culture da cui nascono, evocando modi di vivere, una storia, caratteristiche di salubrità ed equilibrio quali la dieta mediterranea. Il made in Italy è un brand, ma anche uno standard qualitativo da mantenere e garantire e da distinguere nella grafica, nei fonemi, colori, comunicazione e identità delle offerte. Una attività di promozione dei prodotti italiani e più in generale un interscambio con i produttori locali, pertanto, si rivela  un sicuro volano per il settore imprenditoriale italiano. Per non limitarsi ad un’azione sulla carta o affidarsi unicamente alle fredde capacità comunicative dei portali internet, è stato proposto uno scambio reale e perciò culturale, attraverso l’apertura nella città di Almaty di un Centro Promozione e Commercio, che non si limita alla mera commercializzazione e consumo di prodotti, ma come esperienza, adozione di un modello di azione e relazione. Non solo quindi offerta di prodotti  e qualità, ma proposte di experience, di apprendimento, di partecipazione virtuale e reale ad una comunità.

Il brand ideato nel progetto, è percepito come full contact con la gente del luogo, venditori, cuochi, players più in generale, con un panel di saperi e di sapori insostituibili.

Il progetto mira a soddisfare direttamente, senza la mediazione di distributori terzi, il bisogno di experience alimentare e culturale di consumatori  evoluti, localizzati nelle gradi e medie città del Kazakhstan.

Obiettivo è quindi la massima diffusione della nostra identità, per cui è stato proposto un modello funzionale basato su elementi modulari che siano ripetibili ed adattabili.

Il modulo è stato studiato per avere una dimensione massima di ingombro di circa 20 mq, mentre una disposizione tipo, con 4 unità e uno spazio aggregativo centrale, destinato a show cooking, degustazioni, conferenze, ha una dimensione in pianta di circa 140 mq.
I servizi sono disposti in fasce dedicate per permettere un pratico utilizzo degli spazi e una regolarizzazione degli impianti; dove ciò non fosse applicabile, i servizi sono studiati e conformati negli spazi di risulta cercando di garantire una superficie principale con dimensioni regolari e fruibili.

Questa disposizione modulare permette un facile adattamento ad ambienti di diversa conformazione, ed allo stesso tempo una semplicità di progettazione e di costruzione.
I moduli presentano ampie pareti vetrate per garantire una visione completa dell’esposizione e un percorso agevolato al suo interno per permettere al cliente di vivere la sua esperienza. La disposizione interna dei vari moduli è adattabile alle esigenze delle imprese che ne occuperanno la superficie, avendo una pianta libera da strutture ed impianti.