Clients / Comune di Andria

Gara d’ Appalto per la Progettazione e  Realizzazione delle aree esterne del Liceo Statale Carlo Troya ad Andria.

Gli interventi consistono sommariamente nell’ eliminazione delle barriere architettoniche esistenti, nel garantire una maggiore fruibilità degli spazi esterni (piazzali e spazi sportivi) oltre che valorizzare e riqualificare le aree a verde esistenti.

Aggiudicazione con criterio dell’ offerta economicamente più vantaggiosa.

Risultato :  1° Classificati per  Offerta Tecnica e Tecnologica / 2° classificati per Offerta Economica

Il progetto prevede la realizzazione dell’area sportiva esterna polifunzionale come fulcro degli spazi esterni della scuola, che offre una vasta gamma di attività ricreative proponendo un cambiamento nella fruibilità attuale del piazzale : le funzioni del sito come spazio comunitario e campo per le molteplici attività sportive e ricreative crea un luogo simbolico e ludico per la scuola;  la flessibilità della progettazione delle varie superfici a terra garantisce di poter sfruttare lo spazio per il gioco del calcio, della pallavolo, del pallacanestro, del ping pong e il campo da badminton .

La concezione di un setto rivestito in mattoni faccia vista che crea una quinta di chiusura all’area, risponde alla doppia esigenza di schermo visivo/acustico alla Ferrovia che lambisce il lotto oggetto dell’ intervento ad ovest , sia alla possibilità di ritagliare uno spazio sportivo che sia adeguato ai portatori di handicap e sia da supporto ad altre attività sportive individuali quali il gioco del tennis, la box,il tiro a segno. L’ altezza variabile del setto asseconda l’esigenza per cui è stato concepito, svetta quindi a 3.00 metri quando svolge la funzione di quinta , scende a 0.90 metri in coincidenza degli angoli del lotto per garantire la visibilità al percorso della pista da corsa che prosegue dietro . Tutt’intorno all’area, infatti, gira una pista di atletica leggera a definire i limiti spaziali, in cui si svolgeranno le gare di velocità, di mezzofondo, marcia e salto ad ostacoli .

Le tribune sono state pensate come delle strutture a gradoni alte 0.40 – 0.60- 0.80 metri con pendenze specchiate nelle due direzioni, che permettono l’utilizzo da ambo i lati e ospitare gli spettatori per le gare sportive rivolte verso il campo e ,alle spalle, gli spettatori del palco verso l’area adibita agli spettacoli di all’aperto.

Le soluzioni indicate vogliono trasformare l’attuale spazio in mediocre stato di conservazione, in un unico spazio sportivo polivalente in grado di permettere un’ attività variegata e  di qualità a tutti gli utenti indistintamente.