vista insieme sito

 

Committente:  Privato in project financing     Anno: 2015- in fase di esecuzione        Progettisti: Arch.Jacopo Antonino Busà, Arch. Adriana Caldarone

Il progetto nasce, in accordo con l’amministrazione comunale, dalla necessità di risanare, innovare e rendere funzionale una realtà cittadina soggetta a degrado e marginalità, nonostante l’opera pubblica realizzata nel 2005. Semplici e puntuali interventi di sostituzione degli arredi urbani, delle pensiline e delle sedute, non avrebbero permesso un recupero ottimale dello spazio urbano, per cui si è pensato ad una rifunzionalizzazione della piazza stessa, tale da costituire un polo attrattivo ed alternativo per la città di Corato, miranti a trasformare il luogo in un centro di rigenerazione urbana e un nuovo attrattore culturale,  posto in stretta relazione con il riuso del centro e la ZTL promossa dall’amministrazione comunale dal dicembre scorso.

L’area è situata nella zona sud-ovest del Comune di Corato, immediatamente a ridosso del Centro Storico e limitrofo ad un’ arteria principale del traffico cittadino. Essa fa tramite tra una zona ad alto traffico, ed una caratterizzata da “mobilità” più dolce accompagnata da funzioni di svago e di ritrovo, via dello shopping e passeggiate pedonali.

L’intera struttura è costituita, altresì, da due piani interrati destinati ad autorimessa , il cui accesso carrabile avviene tramite una rampa posta lungo un lato della piazza.

L’idea di base della trasformazione di piazza Indipendenza, oltre al ripristino del parcheggio sottostante, alla realizzazione di una recinzione integrata da elementi verdi e alla modernizzazione di tutte le strutture, prevede la realizzazione di un nuovo polo aggregativo e di un’area ludica. La nuova veste della piazza, oltre a garantire un decoro maggiore e una possibilità di vita diversa per gli abitanti del quartiere, diventerà un centro attrattivo e garantirà un costante numero di persone nella zona annullando quel fenomeno di marginalità: la piazza tornerà a svolgere quel suo naturale ruolo che le è stato sottratto.

Un luogo moderno in grado di aprirsi e ospitare eventi, spettacoli, concerti e nello stesso tempo disponibile nella quotidianità per un attimo di riposo di svago e di gioco, garantendo un livello di decoro e prestigio sempre più elevato dello spazio pubblico.

Protagonista di questo spazio sarà una struttura continua e sinuosa, che permetterà nel suo percorso di ospitare diverse funzioni: ad un altezza pari a quella della pavimentazione permetterà il passaggio nelle aree verdi, dove sono previsti percorsi interni; ad un altezza di circa 50 cm diventerà lei stessa seduta, con la possibilità nelle giornate estive di inserire ombrelloni ed altre soluzioni ombreggianti; infine con un altezza di circa 1 m diventerà un piccolo palco, permettendo alla piazza di ospitare eventi e piccoli concerti. La sua forma ricorda quella di una nota musicale: come il suono si propaga in uno spazio circostante partendo da una fonte, così la piazza si pone come obiettivo quello di diventare fulcro cittadino e nuovo luogo di incontro.